SEI A ROMA SOLO PER POCHE ORE ED E’ LA TUA PRIMA VOLTA?

ECCO LE COSE DA VEDERE ASSOLUTAMENTE:

  1. PIAZZA VENEZIA  E CAMPIDOGLIO
  2. VIA DEI FORI e COLOSSEO
  3. FONTANA DI TREVI
  4. QUIRINALE
  5. PIAZZA DI SPAGNA
  6. PANTHEON
  7. PIAZZA NAVONA
  8. CASTEL SANT’ANGELO
  9. SAN PIETRO

Come fare per vedere tutto?

OPZIONE UNO: per chi ha poche ore a disposizione.

Se il tempo a disposizione è davvero poco, vi consiglio di fare un contratto con un taxista. Chiedetegli quanto vuole (calcolando che perderà delle corse) per farvi fare un tour “mordi e fuggi” dei monumenti e siti principali.

Tour veloce, diretto e, salvo traffico, decisamente il metodo più veloce.

Per ciò che riguarda la Basilica di San Pietro, la si può vedere dall’esterno, perché se avete poco tempo vi sconsiglio di avventurarvi a fare la fila, controlli e metaldetector compresi, per entrare.

Rimandate la visita ad un’altra volta inserendo anche i meravigliosi Musei Vaticani.

OPZIONE DUE: per chi ha qualche ora in più….

Fate il tour con gli autobus aperti (Open-bus) con cuffiette ed audio guida in tutte le lingue.

I prezzi variano a seconda dell’opzione che scegliete (80’, 24h, 48h).

Se avete poco tempo, vi consiglio il biglietto da 12€ per un tour di 80’ senza sosta.

Si può iniziare il giro da diversi punti del centro città, guardate il link.

https://www.getyourguide.it/roma-l33/tour-autobus-panoramico-roma-cristiana-24h-e-48h-t30515/?referrer_view_id=8c55f852fd007bee1a90859a4bce6c53&referrer_view_position=5

Sconsiglio di comperare i biglietti online, so di compagnie che ti obbligano ad andare presso i loro uffici per sostituire il voucher ottenuto on line con quello “ufficiale”. Per evitare perdite di tempo comperate i biglietti presso le edicole oppure direttamente a bordo.

OPZIONE TRE: per chi ha almeno una giornata intera a disposizione.

L’ultima opzione, ma per me la migliore, è l’opzione: scarpe comode, bottiglietta d’acqua, occhiali da sole, cappellino…e via, camminare!

Alzatevi presto, pronti a partire per le 8, così evitate la ressa e soprattutto il caldo, da maggio a settembre.

Partite da piazza Venezia.

Prima tappa: Piazza del Campidoglio.

http://www.romadascoprire.it/campidoglio

Una volta saliti e visitata la piazza progettata da Michelangelo Bonarroti, scendete dietro il colle del Campidoglio. Percorrendo via di San Pietro in Carcere (lì c’è la famosa lupa che allatta Romolo e Remo) vedrete uno splendido scorcio dei fori imperiali, spettacolare.

Continuate a scendere e vi immetterete in via dei Fori in direzione del Colosseo.

Seconda tappa: Visita esterna del Colosseo (il cui vero nome è Teatro Flavio) e dell’arco di Tito.

http://www.romadascoprire.it/colosseo

http://www.romadascoprire.it/arco-di-tito

A fianco del Colosseo, alla fermata della metro B, c’è anche la fermata di vari autobus ATAC  (vi consiglio di avere sempre in tasca alcuni biglietti Atac per l’occorrenza). Prendete un autobus che va verso piazza Venezia, risparmiate tempo e forze.

Scendete all’altezza della colonna Traiana (chiedere all’autista) stupenda.

http://www.tesoridiroma.net/monumenti_roma/colonna_traiana.html

Ora siete già nella direzione giusta per andare alla Fontana di Trevi.

Costeggiate piazza Venezia tenendo la destra, oppure tagliate per vicolo di San Bernardo; attraversate la strada e dirigiti verso piazza S. S. Apostoli, da lì la fontana è vicinissima!

Percorrete tutta la piazza e procedete sempre diritto: via di San Marcello, galleria Sciarra (molto bella tutta affrescata) diritto. Poi vedrete un McDonald, girate a destra ed andate ancora avanti per altri 50 metri, vi troverete in piazza della Fontana di Trevi.

Terza tappa: Fontana di Trevi.

http://www.romadascoprire.it/fontana-di-trevi

Se volete fare un break vi consiglio il forno Riposati (proprio lì all’inizio di via della Mercede) dove potete comperare panini, bibite, pizza al taglio e cornetti freschissimi, oppure come già scritto in un altro post, per un pranzo seduti Vineria Il Chianti via del Lavatore.

Dalla Fontana di Trevi, è facile e di mano salire al Quirinale.

Quarta Tappa: il Colle del Quirinale

Percorrete vicolo di san Vincenzo (quello quasi di fronte alla fontana) girate a sinistra ed inerpicatevi su uno dei 7 colli di Roma: il Quirinale.

https://it.wikipedia.org/wiki/Quirinale_(colle)

Tornate verso la Fontana di Trevi per dirigervi verso piazza di Spagna

Guardando la fontana percorrete la via che la costeggia a destra, è via della Stamperia; giungerete ad attraversare via del Tritone. Lì c’è un semaforo pedonale, attraversate ed infilatevi nel vicolo adiacente: via del Nazzareno, largo del Nazzareno e proseguite tenendo sempre la destra.

Immettetevi in via di Sant’Andrea delle Fratte (c’è l’omonima chiesa con all’interno 2 statue di angeli realizzate da Gian Lorenzo Bernini) poi diritto… 100 metri e vi troverete in piazza di Spagna con la sua meravigliosa scalinata che porta alla chiesa Trinità dei Monti.

Quinta tappa: Piazza di Spagna.

http://www.romadascoprire.it/piazza-di-spagna

Da qui percorrete via Condotti, tornate in via del Corso e percorretelo andando a sinistra, verso piazza Venezia.  Procedete sempre dritto. Vedrete alla vostra destra dapprima piazza di San Lorenzo in Lucina un gioiellino, (lì c’è l’omonima chiesa che è stata progettata dal Bernini). Proseguite in via del Corso e sempre sulla vostra destra avrete uno scorcio di piazza del Parlamento. Poco più avanti piazza Colonna con Palazzo Chigi e palazzo di Montecitorio, sede della camera dei deputati.

Proprio di fronte a piazza Colonna, al di là della strada, c’è la galleria Alberto Sordi, con negozi vari tra cui la Feltrinelli, 2 bar e 1 ristorante (se site stanchi approfittatene; lì c’è l’aria condizionata d’estate e caldo d’inverno).

Procedete ancora per via del Corso (verso piazza Venezia), al semaforo immettetevi (a destra) in via di Pietra, un vicolo molto affollato di turisti, scorciatoia per il Pantheon.

Giungerete in una piazza molto suggestiva: piazza di Pietra, dove si può ammirare ciò che resta del tempio di Adriano.

 

Continuate diritto e velocemente vi troverete al Pantheon in piazza della Rotonda.

Vi consiglio di entrare, l’ingresso è gratuito e la visita è veloce.

Sesta tappa: il Pantheon

http://www.romadascoprire.it/pantheon

Dal Pantheon dirigetevi verso piazza Navona, è facilissimo: spalle all’ingresso del Pantheon dirigetevi verso la via che vedete in fondo a sinistra: via dei Giustiniani, che poi diventa via del Salvatore. Costeggerete Palazzo Madama, sede del nostro Senato. Lì adiacente c’è piazza di San Luigi dei Francesi con l’omonima chiesa, all’interno della quale è possibile ammirare tre capolavori del Caravaggio: il Martirio di San Matteo, San Matteo e l’angelo e Vocazione di san Matteo.

Proseguendo da via del Salvatore sempre dritto si attraversa Corso Rinascimento, si procede a sinistra e subito ci si immette in una strada (a destra) chiamata Corsia Agonale, eccovi a Piazza Navona.

Settima tappa: Piazza Navona

http://www.romadascoprire.it/piazza-navona

Uscite da Piazza Navona attraverso via della Cuccagna (proprio lì a destra, immettendovi nella via di Pasquino, si arriva all’omonima piazza in cui si trova la statua parlante più famosa: Pasquino, per l’appunto.)

Continuate ed immettetevi incorso Vittorio Emanuele e proseguite a destra, verso il Tevere.

A questo punto, se siete stanchi, prendete un autobus per San Pietro: 64, 916, 46 oppure il 46/ (quarantasei barrato) scendete alla fermata Cavalleggeri, subito dopo la galleria. Se preferite procedere a piedi, attraversate il ponte sul Tevere e proseguite in via della Conciliazione: siete arrivati.

Sia che percorriate il tragitto a piedi o in autobus vedrete, al di là del fiume Tevere, Castel sant’Angelo ed il suo splendido Ponte Sant’Angelo. Il ponte, di origine romana 123 d.c., fu modificato più volte, ma Papa Clemente IX nel 1669 commissionò il rifacimento del parapetto a Gian Lorenzo Bernini. Egli disegnò il progetto ed affidò  la realizzazione delle 10 statue degli angeli ad alcuni suoi allievi.

Ottava tappa: Castel Sant’Angelo

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/1f/0_Castel_et_pont_Sant%27Angelo_%282%29.JPG/1280px-0_Castel_et_pont_Sant%27Angelo_%282%29.JPG

http://www.romadascoprire.it/castel-san-angelo

Da qui la basilica di san Pietro è facilmente raggiungibile.

Nona tappa: Basilica di San Pietro

http://www.romadascoprire.it/basilica-di-san-pietro-vaticano

Benissimo, avete visto le cose più rinomate del centro storico.

Naturalmente c’è ancora un mondo da scoprire nella capitale, ma per chi fosse stato qui per poco tempo, direi che può essere soddisfatto.

Buon rientro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *